ORAZI E TARDOCCHI SUL PODIO DI CATEGORIA ALLA GF CITTÀ DI PERUGIA

Il Bici Club Spoleto "Castellani Impianti Elettrici" risponde presente anche alla Gran Fondo Città di Perugia ed inaugura in maniera incoraggiante un mese di maggio in cui si consumeranno molti dei momenti chiave della stagione agonistica 2017. La gara andata in scena il 1° maggio sulle strade del nostro capoluogo regionale ha fornito infatti delle importanti conferme sulla condizione degli atleti della formazione spoletina, capaci di raccogliere dei risultati in linea, se non migliori, con quelli delle ultime uscite.

Nella categoria M7 Paolo Orazi e Giovanni Tardocchi hanno infatti sfiorato l'en plein, chiudendo rispettivamente al 2° e al 3° posto la loro prova, su un tracciato piuttosto veloce ma comunque ricco di insidie.

 

Il percorso lungo, di ben 138 km, offriva infatti degli spunti interessanti sia a livello tecnico che paesaggistico, con la partenza nel centralissimo Corso Vannucci ed il passaggio sulle colline a ridosso del Trasimeno, prima dell'arrivo a Ponte San Giovanni. Orazi e Tardocchi hanno condotto la corsa quasi in parallelo e, con l'abituale regolarità, si sono difesi egregiamente sulla salita di Preggio e sugli strappi di Magione e Bettona. Buona prestazione anche per i tre elementi impegnati nei 104 km del percorso medio, ovvero Alessio Costanzi, Patrizio Casini e Vincenzo Ferraldeschi, tutti a ridosso della top 10 nelle categorie di appartenenza.

 

I componenti del team hanno quindi dato degli ottimi segnali sul proprio stato di forma, considerando che quella di Perugia costituiva per tutti la 2° competizione nell'arco di 6 giorni, dopo quelle di Tollo e di Chianciano del 25 aprile. Un ottimo punto di partenza in vista delle prossime settimane, davvero intense per quantità e spessore degli appuntamenti. Tra il 14 ed il 28 maggio si concluderà infatti il Circuito dei Due Mari, con la Gran Fondo degli Squali a Cattolica e quella di San Benedetto del Tronto, mentre il 21 la squadra al completo si cimenterà con i temibili 205 km della Nove Colli, insieme a tutto il meglio del movimento amatoriale italiano e non solo.

 

Marco Bea